Position Statement GIMBE

La diagnosi precoce dei tumori

La diagnosi precoce dei tumori

I tumori rappresentano un gruppo molto eterogeneo di malattie che possono colpire qualsiasi parte del corpo e si presentano con numerose varianti anatomiche e molecolari, ciascuna dei quali richiede specifiche strategie diagnostico-terapeutiche. L’impatto delle neoplasie sui sistemi sanitari è enorme, sia in termini epidemiologici ed economici, sia per le modalità con cui la malattia incide sul paziente e i suoi familiari. I tumori ogni anno causano nel mondo 8,8 milioni di morti, ovvero 1 decesso su 6 è conseguente a patologie neoplastiche. In Italia nel 2016 sono stati diagnosticati oltre 365.000 nuovi casi di tumore maligno ed erano oltre 3,1 milioni le persone viventi con diagnosi di tumore. I dati dell’ISTAT indicano per il 2014 (ultim ...


Best practice

Linee guida per la richiesta appropriata dei test pre-operatori nella chirurgia elettiva

Linee guida per la richiesta appropriata dei test pre-operatori nella chirurgia elettiva

I test pre-operatori di routine sono costosi, impegnativi e hanno un value discutibile, in particolare perché possono aumentare la morbilità o determinare ulteriori ritardi a causa di risultati di interpretazione non univoca, in particolare quelli falsamente positivi (1-5). Di norma i servizi che erogano le prestazioni pre-ricovero sono ubicati nell’ospedale in cui si svolgerà l’intervento e applicano procedure e policy locali. Nel Regno Unito il numero di interventi chirurgici in elezione effettuati nel NHS è aumentato: 10,6 milioni nel 2012-2013 rispetto ai 6,61 milioni nel 2002-2003. Pertanto, eliminare anche solo una piccola percentuale di test non necessari significa avere un ...


Guidelines & Standards

Evidence-Based Research: le revisioni sistematiche devono sempre informare i nuovi studi primari

Evidence-Based Research: le revisioni sistematiche devono sempre informare i nuovi studi primari

Indipendentemente dal fatto che oggi i ricercatori – come Isaac Newton – si vedano “in piedi sulle spalle dei giganti”, quando pianificano un nuovo studio dovrebbero sempre tenere conto di tutte le conoscenze già disponibili. Benché il problema sia noto già dal 2005, numerosi studi dimostrano che i ricercatori non utilizzano ancora metodi sistematici per identificare e fare riferimento a studi precedenti al fine di giustificare la reale necessità di un nuovo studio, o di interpretarne i risultati. Il problema riguarda anche studi clinici di elevata qualità pubblicati dalle riviste biomediche più prestigiose. Piuttosto, i ricercatori tendono a selezionare gli studi da citare ...


Best practice

Linee guida per il trattamento del diabete tipo 2 negli adulti

Linee guida per il trattamento del diabete tipo 2 negli adulti

Il diabete mellito di tipo 2 (DM2) colpisce il 6% della popolazione inglese e solitamente si associa ad obesità, inattività fisica, ipertensione arteriosa e dislipidemie; può generare complicazioni micro- e macro-vascolari a lungo termine, oltre a ridurre qualità e aspettativa di vita. Il trattamento del diabete è complesso e mira a prevenire le malattie cardiovascolari e micro-vascolari e ad individuare e trattare le complicanze vascolari precoci. Nuove evidenze e sviluppi relativi alla gestione dei livelli di glucosio, alla terapia antiaggregante e alla disfunzione erettile hanno reso necessaria una revisione delle linee guida (LG) del 2009. Sono emerse preoccupazioni sulla sicure ...


Best practice

Linee guida per il riconoscimento e la gestione della sepsi in setting non intensivi

Questa linea guida (LG) nasce dall’inchiesta “Time to Act” promossa dal Parlamento e dal Difensore Civico del NHS inglese dalla quale sono emerse criticità nel riconoscim ...


Best practice

Linee guida per l’uso appropriato delle trasfusioni di sangue

Anche se le emotrasfusioni sono comuni nella pratica clinica, non sono esenti da rischi: peraltro le alternative sono ampiamente sottoutilizzate. Audit effettuati nel Regno Unit ...


Best practice

Linee guida per la valutazione clinica e il trattamento dei pazienti con multimorbiditĂ 

La maggior parte dei pazienti con una patologia o condizione cronica è affetto da almeno un’ulteriore cronicità. La multimorbidità (MM), che rappresenta la norma nei sogget ...


Position Statement GIMBE

Il sotto-utilizzo dei farmaci equivalenti in Italia

Il Rapporto GIMBE sulla sostenibilitĂ  del SSN 2016-2025 - presentato in Senato lo scorso giugno - ha indicato come strategia fondamentale per garantire la sopravvivenza della s ...


Position Statement GIMBE

Efficacia dell’esercizio fisico nei pazienti con patologie croniche

Il Rapporto GIMBE sulla sostenibilità del SSN 2016-2025 — presentato in Senato lo scorso giugno — ha indicato come strategia fondamentale per garantire la sopravvivenza del ...